Come sconfiggere la dermatite atopica

Hai notato la comparsa di alcune piccole vesciche sulla pelle, che ti prudono tantissimo? Allora potresti essere caduta vittima della dermatite atopica: ma saresti comunque solo una delle tante, visto che si tratta di una infiammazione della pelle davvero molto comune.

Di cosa si tratta? Questa forma di infiammazione della cute provoca la comparsa di piccole chiazze molto pruriginose, tendenti all’arrossamento e molto ruvide quando le tocchi. Questa malattia può anche colpire zone delicate come il viso, provocando anche la nascita di zone gonfie. E quali sono i sintomi e le cause, e come sconfiggere la dermatite atopica?

Dermatite atopica: sintomi e cause

I sintomi te li abbiamo già accennati: questa infiammazione porta alla nascita di vescicole, accompagnate da prurito e da un forte arrossamento della pelle. Inoltre, negli adulti tende anche a portare una condizione di gonfiore in certe zone del viso e del corpo. Puoi facilmente accorgerti della sua presenza, perché causa una desquamazione della pelle e rende la sua superficie molto secca e dura. Quali sono le cause della dermatite atopica? Lo stress può avere molta voce in capitolo, così come la genetica: certe persone, infatti, ne soffrono più di altre. Anche il vento e il freddo possono causarla, insieme ad eventuali allergie cutanee.

Come sconfiggere la dermatite atopica?

Intanto devi sapere che esistono due categorie di rimedi: le cure farmacologiche e le cure naturali. In tutto questo, è sempre consigliabile provare a intervenire con l’uso di alcuni trattamenti topici. Particolarmente indicate sono specifiche creme viso per dermatite come per esempio questa di Lichtena. Per quanto riguarda le soluzioni farmaceutiche, gli antiinfiammatori e il cortisone sono due strade che è possibile percorrere: insieme ai farmaci antistaminici, che vanno presi per via orale. Soluzioni come le creme specifiche e i farmaci sono le migliori per combattere questa forma di dermatite. Nulla, comunque, ti impedisce di unire ai trattamenti anche alcuni rimedi naturali: se da soli sono poco efficaci, al contrario potrebbero velocizzare il processo di guarigione, usandoli insieme alle due soluzioni viste prima. Quali sono i migliori? L’estratto di bardana, il tarassaco, gli impacchi alla liquirizia e persino i bagni caldi con l’avena.

 

Share Button
Visite: 763

You must be logged in to post a comment Login