Giorgia, una di noi. Con una curva in più

Oltre ad essere la “Direttora” di Articolo Femminile, sono la creatrice e amministratrice della pagina Facebook Con una curva in più, ex Morbida e Donna…IO!. In questi anni di amministrazione della pagina, non avete idea di quante donne mi hanno scritto raccontandomi la loro storia. Nelle loro parole sono racchiuse speranze e dolori per non essere quello che avrebbero voluto o semplicemente per raccontarmi di come sono riuscite a volersi più bene. Molte volte hanno addirittura dato meriti alla pagina ringraziandomi, ma in realtà sono io che ringrazio tutte voi perchè mi aiutate più di quanto possiate credere. Io non ho mai voluto urlare via la ciccia o noi siamo meglio di quelle magre o viceversa. Io vorrei che le donne di TUTTE LE TAGLIE possano volersi più bene e si possano sentire meno sole. Vorrei che non andassero in depressione per qualche kg in più. Ogni volta che si passa davanti ad uno specchio, vorrei ci si possa riconoscere, senza vedere solo grasso. Si è brutto da dire ma è così e io lo so bene. Dobbiamo imparare a volerci bene per come siamo dentro e per come siamo fuori. Solo accettandosi possiamo poi cambiare e migliorare con un sorriso. Non bisogna fare la loro al proprio corpo perché sarebbe come lottare contro se stesse e invece il nostro corpo deve essere il nostro alleato!

Da questo scambio di posta ho avuto l’idea di creare una rubrica che racconti un po’ di voi lettrici. La prima è la storia di Giorgia che gentilmente ci ha dato il consenso a rendere pubbliche le sue parole. Di seguito riporto la sua storia.

“Ciao mi chiamo Giorgia e adoro questa pagina, perché permette a tutte noi di non sentirsi sole. Perché in fondo, un po sole, in questo corpo ci sentiamo…
Ho passato la vita a vedere il mio corpo come un problema, da quando mi chiamavano “cicciottella” alle elementari le mamme delle mie amiche, e i compagni di classe di conseguenza.
Da adolescente pensavo che non sarei mai potuta piacere ad un ragazzo, ma poi, quasi per miracolo è successo! E per fortuna i “miracoli” sono continuati ad accadere, e questo perché diciamolo, ai cari maschietti, un po le curve piacciono.
Ma anche questo non è mai bastato, perché l’angoscia che ti assale quando passi davanti allo specchio la sappiamo solo noi, vero ragazze? La stessa angoscia che arriva quando devi fare shopping, che se per i seni giganti ti fanno l’applauso, per i culi giganti smettono di produrre capi d’abbigliamento.
La vita di noi morbide è così, circondate da persone che di secondo lavoro fanno i nutrizionisti, che hanno sempre e comunque la risposta giusta perché noi di certo siamo sbagliate.
Ho visto più dietologi e nutrizionisti io di mezza roma, ho provato le anfetamine (delle ficate senza tempo, diventate illegali), la naturopata, la nutrizionista che ha sempre fatto perdere 30 kg a qualcun’altro..e i 64 kg di quando ho iniziato le diete, da essere il punto di partenza, in 16 anni sono diventati l’obbiettivo; perché i 25 kg di più come ricordo delle diete e delle scelte sbagliate ce li portiamo sempre dietro…Come siamo nostalgiche noi morbidose.
Tutto questo per dirvi una cosa, che vi voglio bene! Voglio bene a chiunque lotti con il proprio corpo, a chi cerca di affrontarsi quotidianamente, a chi cerca di non pensarci, a chi si ama così e a chi come me vorrebbe continuare a cambiare. Voglio bene a tutti voi che sapete esattamente di cosa sto parlando.
All’alba del 30 anni (che arriveranno tra due mesi) so che se potessi tornare indietro da quell’adolescente insicura, l’abbraccerei e le direi di non iniziare nessuna dieta, non con quello spirito almeno, e che le risposte e le soddisfazioni arriveranno! E alla donna di oggi? Posso dire che questo è il mio tallone d’Achille, la parte più fragile della mia complessa anima, e che devo imparare ad amarmi così, per l’imperfetta, originale e morbidosa donna che sono!😘 un abbraccio care amiche e grazie per tutto il supporto che mi date!”

Vi aspetto con la prossima storia di “una di noi”, Con una curva in più. 

Share Button
Visite: 5145

You must be logged in to post a comment Login