Il tradimento di Fabiola

Articolo a cura di Elisia Mesaglio 

Cara Elisia,

Mi chiamo Fabiola, ho 39 anni, mi ritengo felicemente sposata con un uomo bello e gentile ed ho due figli stupendi. 

Vivo in un piccolo paese di provincia, ho un lavoro che mi piace, frequento amici simpatici, insomma non posso proprio lamentarmi di nulla. La mia vita é scandita da una serena tranquillità, che fa certo invidia a molti. 

Questa tranquillità e stata rotta circa un anno fa, nell’azienda in cui lavoro, è stato assunto un ragazzo, Filippo, di 26 anni che è stato assegnato al mio reparto, come assistente di vendite.  All’inizio ho aiutato molto questo ragazzo ad integrarsi, a capire le dinamiche dell’azienda e tra noi si è instaurato un buon rapporto di collaborazione lavorativa. Filippo e molto bello, gentile, sempre pronto ad aiutare tutti. Educatissimo, un po’ d’altri tempi quasi. 

Piano piano ho cominciato a notare i suoi sorrisi, i suoi grandi occhi azzurri, il suo corpo atletico. Ho cominciato a sentirmi triste i giorni in cui era assente. 

 Questo sentimento si e rinforzato con il passare del tempo, con il passare del tempo che passavo con lui in interminabili riunioni. Tra noi due e nata complicità, ridiamo e scherziamo di altri colleghi, di ciò che succede in ufficio. Andiamo molto d’accordo. Fino al momento in cui ho cominciato a sentire il cuore battermi all’impazzita ogni volta che lui pronunciava il mio nome. 

Elisia ho 39 anni e non riesco più a dormire, a mangiare, a concentrarmi. Passo certo dei momenti piacevoli quando sono con la mia famiglia, i miei bambini, mio marito, ma non c’è momento che non pensi a lui. Non c’è momento che non voglia passare con lui. Mi sono innamorata. 

Quando arrivo in ufficio mi batte il cuore. Ho bisogno di calmarmi prima di incrociare il suo sguardo. Quando e assente sono disperata. Il venerdì non vedo l’ora che venga lunedì per poterlo rivedere Lui ovviamente non sa niente, non sospetta nulla, almeno credo,  data soprattutto la differenza di età che c’è tra noi. 

Non so più che fare. Non posso continuare così, mi sento ridicola di essermi infatuata come una ragazzina – di un ragazzino! 

Non so se fargli capire il mio desiderio e magari sentirmi così ridicola da estinguerlo, se cambiare lavoro, se aspettare che poi passerà. Temo il peggio, gettarmi tra le sue braccia quando l’occasione si presenti ed essere rigettata e trattata da donna di mezza età quale sono.

Fabiola 

 

 

Cara Fabiola,

un matrimonio che duri una vita significa attraversare milioni di fasi diverse. Alcune si vivono in coppia, perché riguardano la coppia. Altre si vivono in solitaria, perché riguardano la propria crescita personale. Mi chiedo in quale di questi due categorie metteresti questa storia.

Creare una famiglia perfetta è meraviglioso e molti riescono a mantenere anche una vita sociale attiva e divertente, ma non sarà mai più completamente senza pensieri. Un neurone del nostro cervello è sempre impegnato in qualche preoccupazione/organizzazione/fatica familiare. A volte mancano quell’elettricità nell’aria, quelle emozioni che fanno tornare adolescenti. Sono queste crepe che si trasformano in scappatoie e a volte in scappatelle. Francamente non è detto che tutte le scappatelle siano un male purché gestite con consapevolezza e rispetto per tutte le parti coinvolte.

 

Facciamo un esercizio insieme. Io lo chiamo “accelera e rallenta”.

Acceleriamo:immagina di scoprire di essere corrisposta da questo collega. Una bella scena da finale di un film. Cosa succede dopo che siete scappati verso l’orizzonte al tramonto? Vivete una storia clandestina? Oppure hai voglia di ricominciare da capo: conoscere a fondo un uomo, scoprire i suoi pregi e difetti etc.?

Per ora non ha senso coinvolgere gli altri elementi del triangolo. Fare un confronto fra un marito e un collega non è possibile. Giocano ad armi impari. Con uno hai affrontato gioie e dolori, hai costruito e hai volato alto. Un pò di noia possiamo perdonargliela. Con l’altro è tutto nuovo, può ancora giocarsi la carta mistero e farti fremere, ma non ha dimostrato se è in grado di fare il compagno. E poi tu lo vuoi un altro compagno, visto che ce lo hai già?

 

Adesso rallentiamo. A parte questo collega, cosa ti manca nella vita? Il marito bello si è adagiato? Vogliamo dargli una scossetta? E’ probabile che il tuo collega stia accarezzando una parte di te che hai trascurato per un po’. E alla luce di questo è anche probabile che tu lo stia un po’ idealizzando. Una bella cotta insomma.

 

Sarà il tempo a dire se si tratti più di un’infatuazione. Non mi porrei il problema dell’età e di certo non eviterei le frequentazioni necessarie per lavoro. Questo alimenterebbe solo la fantasia e il desiderio. Esplora questo rapporto con serenità. Senza prendere decisioni drastiche e magari porta a casa da tuo marito un po’ dei sogni erotici e delle fantasia che stai riscoprendo. Prima di fare dichiarazioni ad uno dei due, verifica se non si tratti di qualcosa che riguarda soprattutto il tuo rapporto con te stessa. Se pensi che non sia così, ne parlerei prima con tuo marito. E’ lui il tuo compagno ed è con lui che puoi affrontare questa crisi. Valutando anche una consulenza di coppia. Se invece hai voglia di una botta di vita. Goditi la tua botta di vita, ma accertati di essere in grado di tenerla per te dopo, senza farla pagare alla tua famiglia. 9 volte su 10, i tradimenti non hanno a che fare con la coppia ma con il singolo.

 

Ho probabilmente sollevato più domande che risposte. Del resto, se c’è di mezzo una famiglia, è importante prendere il tempo per pensare.

 

In bocca al lupo!

Elisia

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________

Chi sono?

Mi chiamo Elisia e sono una viaggiatrice, una scrittrice ed una sociologa specializzata in dinamiche di coppia e familiari.

Scrivimi all’indirizzo elisia.mesaglio@gmail.com

 

Privacy Preference Center

Google Analytics

Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. (“Google”) che utilizza dei “cookie” mediante i quali raccoglie Dati Personali dell’Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google non associa l’indirizzo IP dell’utente a nessun altro dato posseduto da Google. L’eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Maggiori informazioni: http://www.google.com/intl/en/policies/privacy/

_ga, gat_gtag_UA_59948261_1,_gid
_ga, gat_gtag_UA_59948261_1,_gid

GDPR

Questi cookie permettono il salvataggio delle preferenze espresse del settaggio della privacy

gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types]

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?