Trekking e fotografia: a piedi sulle orme degli antichi pellegrini con la community Igers dell’Emilia Romagna

Articolo a cura di Sab Campanella

Si cammina in mezzo alla natura, insieme ai alle guide professioniste “AIGAE, imparando a fare scatti super instagrammabili grazie ai consigli della comunità regionale degli Igers: così il trekking diventa social in Emilia Romagna, la regione italiana con la più alta concentrazione di sentieri religiosi da percorrere a piedi. Oltre 2000 km di percorsi la collegano, infatti, ai più importanti luoghi di culto come Roma, Padova e Assisi. Per gli amanti del trekking e gli appassionati di Instagram ci sono due appuntamenti in arrivo: in settembre (domenica 16) si percorre la quarta tappa del cammino della via Romea Germanica (FE) tra le bellezze naturalistiche del parco del Delta del Po, nelle Valli di Comacchio, e in ottobre (domenica 7) si percorre a piedi lungo la Via degli Abati (PR). Due giornate all’aria aperta per catturare, con lo smartphone o con la macchina fotografica, le bellezze e le suggestioni di questi splendidi itinerari panoramici, sulle tracce dei viandanti e dei pellegrini. La partecipazione è gratuita: basta iscriversi, con almeno 48 ore di anticipo, sul sito www.camminiemiliaromagna.it utilizzando il pulsante di prenotazione.

Archivio Fotografico APT Servizi Emilia Romagna

Cammini: record nazionale per l’Emilia Romagna

Quali sono i principali cammini in Emilia Romagna?  Gli itinerari che la attraversano toccano un centinaio di comuni emiliano romagnoli. Alcuni sono tracciati europei antichissimi, come la via Francigena (che nel medioevo univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia e candidata al patrimonio Unesco), la Via Romea Germanica (che collegava Stade, nella Bassa Sassonia, a Roma) e la Via Romea Strata Longobarda – Nonantolana (dal nord e dall’est Europa a Roma). E ancora, da ovest a est, ci sono la via degli Abati (129 km in regione), la via Francigena (143 km), la via dei Linari che attraversa l’Appennino parmense, la Via Matildica del Volto Santo (140,8 km), la via Romea Nonantolana (208 km), la via Romea Strata-tratto Romea Longobarda (200 km), la via degli Dei (66,5 km), il Cammino di Sant’Antonio (258 km), il Cammino di Assisi (72 km), la via Romea Germanica (260 km), il Cammino di San Vicinio (320 km), la Piccola Cassia che attraversa l’Appennino tra Bologna e Modena, il Cammino di Dante che collega Ravenna a Firenze e la via di San Francesco da Rimini a La Verna che passa dal Montefeltro.

Archivio Fotografico APT Servizi Emilia Romagna

Camminare in Emilia Romagna

Tutti gli itinerari regionali sono consultabili sul sito camminiemiliaromagna.it dove sono pubblicate schede dettagliate che descrivono minuziosamente ogni cammino nelle sue singole tappe e caratteristiche, e tante informazioni per arricchire l’itinerario di soste e visite.

Si può così scegliere di soggiornare in bed & breakfast, agriturismi, hotel o strutture di accoglienza religiosa (oltre 4.700 le strutture ricettive presenti), visitare pievi, conventi, scoprire sorgenti naturali ed  alberi monumentali, attraversare parchi regionali (2732 i punti di interesse turistico mappati), ma fare anche tappa nelle aziende dove nascono i prodotti tipici Dop e Igp del territorio che si sta attraversando (circa 300 strutture), o visitare i Musei del Gusto che raccontano storia e origine delle eccellenze gastronomiche emiliano romagnole. On line anche il calendario con oltre cento eventi (sagre, festival, mostre mercato, passeggiate) che si tengono tra settembre e aprile lungo i Cammini. Bastano solo un buon paio di scarpe e un po’ di buona lena.

Archivio Fotografico APT Servizi Emilia Romagna

 

_________________________________________________________________________________________________________________

Chi sono

Scrivere è il mio mestiere e la mia passione. Mi divido ogni giorno tra uffici stampa e collaborazioni editoriali, così poco più di un anno fa ho deciso di aprire il mio blog personale. Racconto di travel e lifestyle, perché per me fare la valigia è la cosa più bella, sempre così curiosa di guardarmi intorno per catturare novità e tendenze, scoprire indirizzi e posti, conoscere nuova gente.

L’ho chiamato mytrolleyblog perché, proprio come il mio trolley, è diventato il mio inseparabile compagno di viaggio: è pratico, portatile e pieno di cose. Prendete quello che più vi piace https://www.mytrolleyblog.com

Privacy Preference Center

Google Analytics

Google Anayltics è un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. (“Google”) che utilizza dei “cookie” mediante i quali raccoglie Dati Personali dell’Utente che vengono trasmessi a, e depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizza queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google non associa l’indirizzo IP dell’utente a nessun altro dato posseduto da Google. L’eventuale rifiuto di utilizzare i cookies, selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, può impedire di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Maggiori informazioni: http://www.google.com/intl/en/policies/privacy/

_ga, gat_gtag_UA_59948261_1,_gid
_ga, gat_gtag_UA_59948261_1,_gid

GDPR

Questi cookie permettono il salvataggio delle preferenze espresse del settaggio della privacy

gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types]

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?